* Home

* Scrivi

 
 

LA RUBRICA DI

FERNANDO LUIGI FAZZI

 

 
                                              PREMESSA:

 A partire da oggi, ETHOS pubblica, in una specifica rubrica,

“I Medaglioni”

articoli dello scrittore, filosofo, poeta e uomo di cultura ad indirizzo sociale, Fernando Luigi Fazzi, il quale li firmerà con la sigla “flf”.
Nel 1999 gli è stato assegnato il “Trofeo Mediterraneo” da parte dell’Accademia Internazionale dei Micenei, con sede in Grecia – Palazzo Comunale dei Micenei – con la motivazione:

"Per gli alti meriti sociali, umani e culturali e per l’intensa attività protesa al raggiungimento e all’affermazione dei nobili ideali della vita".

A chi vorrà attingere a più notizie, potrà consultare il sito “Hennaion – La biblioteca degli scrittori Ennesi”, ente patrocinato dal Comune di Enna, il quale recentemente ha pubblicato la sua “Autobiografia”.
Nel suddetto sito, dello stesso scrittore, sono consultabili alcune delle opere principali: poetiche, teatrali, letterarie; presenti in maniera completa.

-------------
ETHOS, ne “I Medaglioni”, inizia col pubblicare un suo recentissimo articolo, dal titolo: “Oscurantismo ecclesiae”.
Nel quale, l’autore, aldilà dei tanti lati positivi presenti nell’organizzazione clericale, che tanto bene ha fatto e fa, mette a nudo le ferite, anche profonde, presenti nella Chiesa Cattolica.
Potremmo definire tali ferite con il termine: “la zampa del diavolo”.
 

 
 

E con la pandemia ,

arrivò lo tsunami economico .


Ancora non siamo riusciti a “ reggimentare “ la pandemia di Covid 19, che è apparso all’orizzonte uno tsunami economico che incalza alle terga gli italiani . Una distruzione di uomini ed entità economiche senza precedenti, nell’era della “ civiltà tecnologica e della scienza “ . Entrambi settori , questi , che dovrebbero metterci al riparo da errori ‘ eclatanti’ .   ----- leggi tutto

 

 

Egregio Presidente

ASSOCIAZIONE ETHOS - Viagrande,
faccio seguito alla tua puntuale e precisa lettera aperta del 6 giugno u.s., inviata tramite PEC al Presidente del Consiglio Prof. Giuseppe Conte, al Ministro della Salute On. Roberto Speranza e all’Assessore alla Sanità della Regione Sicilia Ruggero Razza, per associarmi a quanto da te descritto nel dettaglio, sul non consono atteggiamento del tuo medico di base, e farne una campagna più ampia sulla figura ed il ruolo del medico di base.
Da parte mia, chiedendo ai politici di riferimento, e più ampiamente al Governo, di affrontare, una volta per tutte, seriamente, una revisione “radicale” del problema sanitario italiano, imponendo per legge regole più precise nelle figure e nei ruoli che questa enorme “idra” dalle cento teste presenta.

......leggi tutto

 

 

Catania 16 Maggio 2020.

 Silvia Romano e la sindrome di Stoccolma .


Sono passati otto giorni dalla liberazione di Silvia Romano ed il suo rientro in Italia , e le polemiche , non si attenuano , bensì “ lievitano “ in un crescendo indiscriminato ed indiscriminabile , proveniente da tutte le frange sociali del nostro “ Bel Paese “ . Avevo deciso di tenermi alla larga dalle polemiche sul caso specifico, che ha per giorni “ riempito “ lo spazio di tutti i social , ligi come sono al loro compito di “ sciacallaggio “ , pronti a cibarsi , digerire e dare in pasto ai loro figli , gli ascoltatori passivi , che pendono dalle loro “ insulse “ labbra . .......leggi tutto

 

 

 

24 aprile alle ore 21:05
 
Coronavirus, flagello di Dio


Siamo in primavera inoltrata . La natura, nella sua interezza si apre alla vita . Il nostro corpo , le nostre narici , al mattino , alle prime luci dell’alba nel silenzio e nella penombra , si inondano di profumi che spirano dai campi e dalle montagne . Mi ricordo quando , dopo un lungo periodo della mia vita passato nel Nord Italia , con tutta la mia famiglia al seguito ; il cui obiettivo era una “carriera lavorativa”proiettata verso esperienze e successi internazionali; dopo avere cozzato contro l’egoismo smodato , insito nel “ carrierismo “ , infarcito dal proverbio “ mors tua , vita mea “, sempre con il pugnale da congiurato nascosto sotto i drappeggi del “ mantello “

.....leggi tutto

 

 

 Il coronavirus nell’era del consumismo.

“ Il terrore “ , ha disseminato nel mondo questa millesimale entità virale a forma di palla tempestata di piccole ventose , il cui aspetto e funzione rappresentano , per il corpo umano , come per le navi rappresentarono , nella seconda guerra mondiale , le mine marine messe al largo nei mari a protezione di siti militari .

     leggi tutto.....

 

S. Valentino

SENTIMENTO E SENTIMENTALISMO
I due termini ‘sentimento’ e ‘sentimentalismo’, a primo acchito sembrerebbe che parlano dello stesso argomento, il sentire profondo dell’essere umano. Tutt’altro, sono esattamente l’uno l’opposto dell’altro.
Il ‘sentimento’ è qualcosa che emerge e s’appiglia nell’animo o anima che dir si voglia. Scava nel profondo ed è frutto di grande travaglio interiore.

leggi tutto  .......

 

 
                Paganini non ripete
 
 
Ci sono girato attorno al famoso detto: “Paganini non ripete!” per lungo tempo. Sino a quando mi sono accorto che anche io ho adottato più volte, ed oggi adotto sempre più, questo atteggiamento.
 Non solo nel dialogo quotidiano, quando lo faccio notare ai tanti il cui unico sistema di persuasione è la ripetizione all’infinito dello stesso concetto, anche se con parole differenti. Piuttosto che, negli atteggiamenti dei superficiali, verso fatti per loro importanti. Quisquiglie di scarsa o poca importanza. .....leggi tutto
 
 
Catania 9 Gennaio 2020
 
 Agli amici ennesi.
 

                 Enna, gli anni ruggenti
 

 
Nella mia autobiografia ho descritto, su richiesta dell’Archivio Storico del Comune di Enna, come nacque l’idea di dedicare una statua in bronzo ad Euno, lo schiavo ribelle che nel 135a.c. mosse la Prima Guerra Servile contro Roma, l’esercito più potente del mondo di allora, e lo fece tremare.

......leggi tutto

 
 

          Il viaggio di una vita


Che strano, i miei viaggi cominciano sempre davanti un foglio bianco. Forse perché è il viaggio che ho inseguito in tutta la mia esistenza. Il candore che nasce dalla conoscenza profonda di uno spirito inquieto.
È un viaggio infinito, fatto di stadi concentrici, ove il passaggio da uno stadio al successivo, è sempre periglioso ed incerto.
Recita un famoso detto indiano: “Voler conoscere la profondità dell’animo umano è come voler svuotare il mare con una ciotola”. È un sogno impossibile. Probabilmente proprio per questo è affascinante.    --leggi tutto

 

 
 

 

Notorietà, male del Secolo


‘Costi quel che costi’, la notorietà è diventata una priorità assoluta, fine a se stessa.
E per essa si commettono cose impensabili, per una mente sana.
La scala dei valori è diventata infinita, e corre sul filo di un affilatissimo rasoio.    ....leggi tutto

(Roma 12 0ttobra 2019)

 
                                                                     Catania 05 ottobre 2019
 
            
     Università, regno di Arìmane
 
 “Il regno di Arìmane”, descritto da Eduard Schuré, risale ai magi persiani.
 È il regno della bestia, l’apoteosi del male che regna con ‘le potenze della terra: il potere, il denaro, la forza, la violenza, l’egoismo, la falsità, la prevaricazione, l’odio, la demagogia, la guerra…’    
..leggi tutto
 

 

                                                                                                 Catania 27 Settembre 2019

      La sanità… un poco qua, un poco la, in Italia


Mentre mi accingo a scrivere, sulla sanità nazionale, mi sovvengono alla mente due ‘slogan’ che, scusate, voglio fissare sin da subito, ad evitare di dimenticarmene; e che poi chiarirò in maniera più dettagliata:
- Questo sistema non potrà essere cambiato neanche da una rivoluzione!
- Le vostre sfide, saranno le nostre sfide.    
leggi tutto

 

 

 

                                                                           Catania 25 Settembre 2019
 
 
               Caccia agli evasori!
 
 “Caccia agli evasori”, a me suona tanto come se mi dicessero ‘caccia all’uomo!’
 Probabilmente avrei dovuto intitolare l’articolo “caccia alle streghe” di medioevale memoria.
 E non da ora, nooo… è da un bel po’ di tempo che ‘la televisione spazzatura’ fa da ‘grancassa’ a una delle tante favole (leggasi balle) inventate da politici e non, supportati da ‘economisti’ grandemente ‘illuminati’, quelli che camminano con lo ‘statisticometro’ in tasca (internet li aiuta tanto!); pochi, coloro che si salvano.
 E poi direttori generali di tutta una serie di enti ‘sanguisughe’, preposti a succhiare sangue al ‘cittadino onesto’ (grande pagatore!).
 “Loro” non sanno, non si rendono conto, che stanno sfiorando, a dir poco, una ‘rivoluzione fiscale’ del tipo di quella messa in atto da Gandhi, contro l’imperialismo Britannico: ‘resistenza passiva’.
                                                                                 
leggi tutto.......

 
 

 

Talk Show politici, che cosa mirabolante

Salvini, si il segretario della “Lega Nord”, lombardo - veneta.
Quella di Alberto da Giussano, personaggio idealizzato, forse mai esistito, preso a simbolo, trentacinque anni or sono dal ‘Senatur’ Umberto Bossi.
Voglio stendere un pietoso velo su “Roma ladrona”; “Prima il Nord di: Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna”; “Prima gli italiani” ecc.
Come dire che in Italia ci devono essere popolazione e regioni predominanti, “contro” altre popolazioni e regioni soggiacenti; e contro ‘l’estraneo’, lo straniero.     .....leggi tutto

 

 
 

 


                   Istituzioni e Morale

Un mio articolo, pubblicato sulla rivista “Sicilia oggi”, alla fine degli anni ‘70, affrontava la problematica della ‘morale’, con questo titolo:
La morale… non si usa più.

L’articolo partiva da lontano, faceva riferimento alle civiltà estinte, nel passato dell’umanità, e focalizzava l’attenzione del lettore sul fattore ricorrente, determinante nel processo di disgregazione di ogni civiltà passata, ipotizzandone il ripetersi nel futuro dell’uomo: “la disgregazione morale nei costumi dei popoli”.
Quando parlo di ‘morale’, non faccio riferimento alla ‘morale corrente’, la quale altro non è che un ‘edulcorato’ della morale fondamentale, a sua volta sempre invariata ed invariabile nel tempo,poiché risiede nell’anima di ognuno di noi e si chiama ‘coscienza’.      
 ....leggi tutto
 

 

 
 

 

 

Perché filosofia?


I sofisti e gli antitetici spesso mi chiedono “perché filosofia?”.
Nel rispondere, io stesso mi chiedo la identica cosa.
E volendo razionalizzarne le motivazioni, cercherò di esprimerle seguendo passo-passo le riflessioni che appaiono nella mia mente, come un susseguirsi di immagini e di pensieri.
Per arrivare al bandolo di questa complicata matassa, bisogna che segua una serie di passaggi obbligati, poiché, raramente le scelte nascono dal nulla. In quanto, ciò che nasce da nulla al nulla porta.
Credo fermamente nei due fattori di cui il nostro Creatore ci dota, sin dalla nascita, i quali determineranno il corso della nostra esistenza: la potenza del nostro essere interiore, supportato, quest’ultimo, da una fervida intelligenza; il ruolo, la mansione, la ‘mission’ alla quale siamo preposti, e che dobbiamo assolvere.    .....
leggi tutto

 

 
 
 

  Oscurantismo ecclesiae.


Ho dovuto intitolare queste mie riflessioni con un titolo di altisonante accusa, salvando un po’ del tanto bene esercitato dalla Chiesa Cattolica, ed infierendo per il tanto male del quale molte mani si sono macchiate, si continuano a macchiare e certamente si macchieranno, poiché il demone della ferocia è saldamente ancorato nell’animo umano.
Divagando, l’altro giorno, su una ricerca sul ‘male’, sono incappato in una elencazione dei tanti peccati che i credenti, “intrisi di verità assolute”, hanno del male.
Di quelle azioni e di quei pensieri che elencano e bollano come ‘male assoluto’.  ....leggi tutto
                                                                                         flf
8 Agosto 2019
 

 

 

Nemo profeta in Patria.


“Un profeta non è disprezzato che, nella sua patria, tra i suoi parenti e in casa sua. (Marco 6-4)”
“Poi aggiunse: “Nessun profeta è bene accetto in patria”. (Luca 4-24)
Gesù stesso aveva dichiarato che un profeta non riceve onore nella sua patria. (Giovanni 4-44)
Gesù applica a se la profezia di Isaia 61-1-2, riferendosi al rifiuto dei Nazareni nei Suoi confronti.
Frase evangelica oggi applicata per indicare chi spesso viene rifiutato, non apprezzato da: familiari, colleghi, concittadini, compaesani, amici…; citata anche da Giordano Bruno, nell’ultimo capitolo del “De Magia”.   ..... leggi tutto

 

    Ass. Socio-Cult. «ETHOS - VIAGRANDE»  
Presidente Augusto Lucchese
  e-mail: ethosassociazione@alice.it