* Home

* Scrivi

Amato cornuto e mazziato

 

In vista della scalata al Colle,dopo essere stato nominato
giudice della Corte Costituzionale, Giuliano Amato ha
chiesto all’Inps di sospendergli la pensione. L’ex premier
è stato accontentato, ma il gesto non è bastato a spianargli
la strada per il Quirinale. Non è andata così. Adesso,
dopo l’elezione di Mattarella, Amato proverà a farsi ridare
i soldi?

 

(Riportato da "LIBERO" del 1/2/2015)

 

P.S.

Una volta tanto non possiamo che essere d'accordo con "Libero" e ne condividiamo il trafiletto sopra riportato.  E' d'uopo, tuttavia, avanzare qualche commento:

-  molto probabilmente, l'impareggiabile "ex di tutto e di più" farà in modo di  riavere il suo esorbitante trattamento pensionistico, magari con gli arretrati e relativi interessi.

- una domanda, però, è d'obbligo:

"come mai Berlusconi, certamente a conoscenza delle tante cose dette e ridette circa la strabocchevole posizione pensionistica dell'ex  "falce e martello" (meritata o meno non ha importanza, ma parecchio onerosa per per le casse dello Stato, oltre che abbastanza sconcia a fronte dello stato di indigenza di moltissimi suoi "ex compagni proletari"), lo aveva sponsorizzato per farlo eleggere nientemeno che Presidente della Repubblica?"

- forse che gli "amici di merenda" berlusconiani (di sinistra o di centro o di destra, non fa testo) hanno preminenza e fanno aggio sui valori, sull'etica e sulla dignità che, in ogni caso, dovrebbero fare parte del DNA di chi è chiamato a ricoprire qualsivoglia carica istituzionale?

- chissà se Belpietro è in grado di rispondere con onestà morale e obiettività ai quesiti proposti.

 

 

 

 

Ass. Socio-Cult. «ETHOS - VIAGRANDE»  Via Lavina, 368 – 95025 Aci Sant’Antonio
Presidente Augusto Lucchese
Tel. - Fax: 095-790.11.80 - Cell.: 340-251.39.36 - e-mail: augustolucchese@virgilio.it